MUHAMMAD ALI – IL PIÙ GRANDE. STORIA DELLA MIA VITA

Considerato uno dei migliori pesi massimi di tutti i tempi e tra i maggiori e più apprezzati atleti della storia, sin dagli inizi di carriera, Ali si contraddistinse come una figura carismatica, controversa e polarizzante sia dentro sia fuori dal ring di pugilato.

Il suo enorme impatto mediatico e soprattutto sociale non ebbe precedenti nel mondo agonistico. È tra gli sportivi più conosciuti di tutti i tempi.

Muhammad Ali: il pugile dalle esaltanti vittorie mondiali cominciate quando aveva solo diciott’anni e si chiamava Cassius Clay, il campione invincibile e inafferrabile “che vola come una farfalla e punge come un’ape“, il divo clamorosamente alla ribalta per gesta e spacconate, ma anche il campione convertito all’Islam consapevole che questo avrebbe potuto costargli carriera o guadagni, la “macchina da pugni” che rinuncia al titolo mondiale dei massimi pur di non indossare la divisa e servire l’esercito in guerra contro il Vietnam.

In questa autobiografia, uscita per la prima volta nel 1975, Muhammad Ali, all’apice della sua carriera, racconta di sé con orgoglio e sfacciata schiettezza: “Io sono il più grande” è il suo motto. Ma è un grande che parla a cuore aperto e che non esita ad ammettere: “Ogni volta che metto piede sul ring, lo stomaco mi si chiude dalla strizza”, e svela cosa prova quando il pugno dell’avversario giunge a segno, scaraventandolo “nella stanza del dormiveglia”.

È il lato privato dell’uomo pubblico che questo straordinario memoir ci restituisce: il ragazzo nero che si è aperto faticosamente una strada in una città del Sud ostile e razzista; i suoi anni sul ring, con i suoi incubi, le sue tragedie, e qualche prospettiva di agiatezza per chi accetta di conformarsi alle sue durissime leggi; le dolorose immagini delle vittime, di quelli che non sono mai arrivati al vertice e trascinano la loro esistenza tra gli scampoli di un passato favoloso.

OKTAGON, UFFICIALE L’EVENTO A COURMAYEUR

La più popolare e importante manifestazione dedicata agli sport di combattimento si disputerà il prossimo 12 dicembre 2020 a Courmayeur, con il supporto della Regione Valle D’Aosta.

Oktagon sbarca per la prima volta in Valle d’Aosta. All’evento parteciperanno campioni del calibro di:

•    Martine Michieletto;
•    Armen Petrosyan;
•    Luca D’Isanto;
•    Mattia Faraoni

Gli atleti combatteranno per aggiudicarsi il titolo mondiale ISKA nella rispettiva categoria di peso.

Si svolgeranno inoltre gli internazionali di Muay Thai e un triangolare di kickboxing tra Italia, Svizzera e Francia.

L’evento si svolgerà nell’arco di una giornata, a partire dalle ore 17:00 di sabato 12 dicembre 2020.

VENUM SI AGGIUDICA IL RUOLO DI FORNITORE ESCLUSIVO UFC

L’UFC ha nominato il marchio di sport da combattimento Venum come nuovo esclusivo partner globale per l’allestimento e l’abbigliamento, a partire da aprile 2021.

L’accordo è stato mediato dal business delle licenze di IMG, che rappresenta esclusivamente UFC. IMG è di proprietà del gruppo Endeavour, che è stato anche l’investitore principale in un gruppo che ha acquisito UFC nel 2016.

Lanciato in Francia nel 2005, Venum è un’azienda che progetta, realizza e distribuisce abbigliamento e accessori per sport da combattimento.

Venum sostituirà Reebok nel ruolo di fornitore esclusivo dell’UFC. Reebok, tuttavia, continuerà ad essere il fornitore ufficiale fino alla fine del 2021.

L’abbigliamento progettato da Venum sarà disponibile per la vendita nei punti vendita di tutto il mondo e online tramite piattaforme UFC e venum.com