KICK IT OUT LANCIA UNA NUOVA CAMPAGNA CONTRO L’ODIO

Kick It Out ha lanciato una nuova campagna “Digital First“, Take A Stand, volta a incoraggiare le persone di tutto il mondo per impegnarsi a combattere la discriminazione.

La campagna vedrà l’organizzazione collaborare con Facebook e la FA nel tentativo di affrontare il razzismo nel gioco. Kick It Out afferma che la campagna darà ai fan la fiducia e gli strumenti per affrontare la discriminazione.

Come parte della campagna, Facebook lancerà un nuovo servizio di Messenger automatizzato per i fan quando torneranno negli stadi. La piattaforma consentirà alle persone di segnalare abusi e discriminazioni direttamente a Kick It Out nei giorni delle partite. 

Il social network lancerà anche un nuovo programma educativo rivolto direttamente ai fan, pilotando il suo nuovo modulo di formazione con un’organizzazione benefica anti-odio, HOPE not Hate. Verrà lanciato inizialmente con le squadre nazionali dell’Inghilterra, così come i club EFL Derby County e Portsmouth, e sarà esteso ulteriormente nel 2021.

Facebook afferma che lancerà anche risorse educative attraverso un servizio di messaggistica WhatsApp. I tifosi possono registrarsi per ricevere informazioni sulle iniziative in corso nel calcio, nonché sui modi per segnalare gli abusi.

Twitter si è anche impegnata a prendere parte alla campagna Take A Stand, supportandola con campagne e iniziative educative per combattere l’odio online. La rete organizzerà anche sessioni di formazione con le squadre di calcio e le autorità di polizia ed afferma che rimuovràe in modo proattivo i tweet che incitano all’odio.

Our Take A Stand campaign aims to tackle discrimination, but also create a culture where everyone belongs and individuals take personal responsibility for being part of the change. We can all do something to take a stand against hate and promote a more inclusive society. Our ambition is to turn bystanders into activists and to crowdsource solutions by capturing pledges of individual action. We want to use those pledges that we receive from the public and organisations, to turn them into insight and make anti-discrimination strategies better informed by understanding more about what people are doing on the ground. We know that social media can be a battleground of hate, which is why we’re working closely with Facebook and Twitter to improve that through looking at better regulation and enforcement, as well as updated and new reporting methods.

Sanjay Bhandari – Chair Kick It Out

Facebook and Instagram are where fans come to connect directly with their favourite players, teams and other fans and we want that to do without discrimination or abuse. We can all do something to take a stand against hate and promote a more inclusive society. By equipping fans with the right tools, empowering them with the right education, and raising the level of conversation around discrimination in football, we can create an environment in which silence is replaced by action and play our part in supporting the goals of Kick it Out.

Steve Hatch – VP Northern Europe Facebook

We are committed to delivering a game that is free from discrimination and it is important that everybody plays their part in helping to achieve that. Take A Stand will give fans and others involved in the game the impetus to support us on this journey and tackle this issue head-on. We know that discrimination exists in society and often manifests itself through football, and only by working together across the game to drive meaningful change through action, can we truly ensure the game is a safe and enjoyable environment for all.

Edleen John – The FA’s International, Corporate Affairs and Co-Partner for Equality, Diversity and Inclusion Director

La campagna ha ricevuto anche impegni di sostegno da altre aree del panorama sportivo, con Sky Sport che ha annunciato il proprio sostegno alla campagna. L’emittente ha recentemente lanciato una propria serie di misure per combattere l’odio online.

GUILD ESPORTS QUOTATA ALLA BORSA DI LONDRA

Novità in casa Guild Esports Plc, società operante nel settore degli sport elettronici (lanciata sul mercato lo scorso 25 giugno 2020 e di cui abbiamo parlato in un nostro precedente articolo), di cui David Beckham è sin dall’inizio co-proprietario.

Lo scorso 5 ottobre infatti è stata lanciata un’offerta pubblica iniziale (IPO) sulla Borsa di Londra (LSE) per supportare la futura espansione nel mondo degli eSports (è attiva con squadre impegnate su Rocket League, FIFA e Fortnite).

Una IPO a pochi mesi dall’inizio della sua attività funzionale, secondo quanto rilanciato dall’agenzia Reuters, con l’obiettivo di raccogliere 20 milioni di sterline (quotando circa il 40% delle azioni societarie).

La notizia è una assoluta novità perché è la prima volta che una realtà di sport elettronici si quota all’interno del London Stock Exchange.

Per la cronaca. la quotazione in Borsa di Guild Esports Plc, che ha incontrato l’interesse di molti investitori istituzionali (raggiungendo immediatamente il target di “raccolta” previsto), ha visto in campo la corporale finanche di Zeus Capital (investment Bank londinese con uffici anche a Manchester, Birmingham e Edinburgh) e di Mirabaud Securities (società elvetica specializzata in consulenza strategica, in ambito finanziario, con presenza in ben 10 paesi inclusa l’Italia).

ADIDAS LANCIA L’INIZIATIVA “FOOTBALL COLLECTIVE”

Adidas ha annunciato il lancio di “Football Collective“, un nuovo movimento comunitario di persone e club, a partire da Londra, Parigi, Berlino, New York, Los Angeles e Tokyo.

Secondo il brand, la nuova iniziativa cerca di unire le comunità nella convinzione che attraverso il calcio si possa creare un cambiamento positivo e collaborerà con i “pionieri locali” per aiutare a sviluppare iniziative specifiche per ogni città come parte del movimento. 

Adidas porterà iniziative della comunità locale, che sono già state istituite con il badge Adidas Football Collective, e tenterà di identificare persone, organizzazioni e club partner nelle città di tutto il mondo, nel tentativo di collaborare a “progetti iper-locali”.

At Adidas we believe in the power sport has to change lives. During the challenges of 2020, we saw more than ever, football become an essential lifeline in keeping our communities connected. The essence of adidas Football Collective is simple, make the sport we love accessible to everyone who wants to play. For us, the adidas Football Collective is our commitment to supporting the teams, initiatives and projects that are using our sport to make positive change. It is our mark of respect and gratitude for the resilience and creativity of this community now, and in the future.

Nick Craggs – Global Football General Manager Adidas

Il nuovo movimento è stato lanciato con un cortometraggio che fa luce su alcuni dei “pionieri” del brand che sono in prima linea nel cambiamento nelle loro comunità, tra cui Hamed Karamoko di RDR Switch, una squadra di calcio di strada del nord di Parigi, e Fati Rouina di Cacahuete Sluts a Parigi, un’altra squadra creata per promuovere la diversità e l’inclusione così come il gioco delle donne. 

L’iniziativa punterà anche i riflettori su coloro che hanno beneficiato delle iniziative Adidas, come i campi locali di Broadwater Farm e Vauxhall Pleasure Gardens a Londra. 

Anche l’allenatore del Liverpool, Jurgen Klopp, ha prestato il suo sostegno alla campagna e recita nel video di lancio di Adidas.

Now more than ever, there is a need for our community to utilise the power of the game to help drive positive change within football and as a tool outside of it. I’m proud to be part of the adidas Football Collective, and although of course, it’s not the answer, I hope together we can help clear the way for the next generation of player, whoever they are, wish to be or where they come from.

Jurgen Klopp

TOUGH MUDDER E MARVEL COLLABORANO PER UN’INIZIATIVA DI FITNESS DIGITALE

Tough Mudder e Marvel hanno annunciato una nuova partnership che vedrà la coppia lanciare una nuova “avventura di fitness” digitale.

Il brand di fitness lancerà la “Tough Mudder Challenge: Marvel Edition“, un nuovo evento digitale di 21 giorni in cui i partecipanti approfondiranno l’universo Marvel e rilasceranno i loro “super poteri interiori” con sfide ispirate agli Avengers, agli X-Men e ai Fantastici Quattro.

Partendo ad ottobre, come parte della serie Tough Mudder Challenge, i partecipanti completeranno una serie di sfide fisiche, mentali e basate sulle abilità nel corso di 21 giorni, monitorando i loro progressi in una nuova piattaforma digitale.

The Marvel and Tough Mudder communities are a natural fit. Both brands give people of all abilities an outlet to escape the ordinary and get motivated and inspired to overcome challenges they didn’t think they were capable of.

Kyle McLaughlin – Global CEO Tough Mudder

When Marvel’s heroes are pushed to their limits, they find their inner strength and work together to accomplish the seemingly impossible. Just like Earth’s Mightiest Heroes, the Tough Mudder community brings out those very same qualities. We hope everyone will be up for the challenge with this latest Marvel Edition.

Dan Buckley – President, Marvel Entertainment

I partecipanti potranno guadagnare equipaggiamento finale unico Marvel / Tough Mudder co-branded ed una moneta della sfida commemorativa, parte di un set completo di sei monete che i partecipanti potranno guadagnare per aver completato le sfide Tough Mudder da luglio a Dicembre. 

PEPSICO DIVENTA SPONSOR UFFICIALE DELLA RYDER CUP

PepsiCo ha firmato un nuovo accordo pluriennale con la Ryder Cup Europe in un accordo che vedrà il marchio espandere la sua portata nel golf fino alla Ryder Cup.

L’accordo vedrà PepsiCo come fornitore mondiale della competizione fino al 2025, e diventerà la bevanda analcolica ufficiale, il tè freddo ufficiale e la bevanda sportiva ufficiale del torneo, servendo Pepsi, Gatorade e Lipton Iced Teas. 

In un accordo separato, la società ha esteso la sua partnership di lunga data con la PGA of America, attiva dal 1993.

Il marchio Aquafina dell’azienda diventerà l’acqua in bottiglia ufficiale della Ryder Cup negli Stati Uniti e vedrà le opzioni a basso contenuto calorico e senza zucchero del marchio estese alla Ryder Cup.

PepsiCo è già fornitore ufficiale di bevande analcoliche, tè freddo ufficiale e bevande sportive ufficiali del PGA of America, del PGA Championship, del KPMG Women’s PGA Championship e del KitchenAid Senior PGA Championship.

We’re thrilled to deepen our relationship with the PGA of America and Ryder Cup. PepsiCo is proud to bring our brands to the course and support the game of golf on the world’s stage. We look forward to our partnership with both organizations to drive innovation and sustainability initiatives to the green in the years to come.

Anne Fink – President of PepsiCo Global Foodservice

The Ryder Cup is recognised as one of the world’s truly great sporting events and, as a result, we look forward to welcoming PepsiCo and its globally recognised portfolio of brands into our commercial family.

Guy Kinnings – European Ryder Cup Director

Secondo alcune indiscrezioni, la PGA of America, la Ryder Cup Europe e la PepsiCo lavoreranno insieme per guidare l’innovazione e le iniziative di sostenibilità da nuove opzioni di idratazione, compresa l’introduzione di Aquafina in lattina. 

MACRON E FIR INSIEME NELLA NUOVA STAGIONE SPORTIVA

Federazione Italiana Rugby e Macron hanno presentato le nuove maglie che tutte le Nazionali maschili e femminili indosseranno nel corso dei rispettivi impegni internazionali.

Per quanto riguarda gli azzurri di Franco Smith la nuova maglia farà il suo esordio a Dublino contro l’Irlanda, il prossimo 24 ottobre, quando all’Aviva Stadium è in programma il recupero della gara del Sei Nazioni non disputata a causa dell’emergenza sanitaria.

La nuova maglia Home si conferma nel colore azzurro Italia e presenta un collo alla coreana con bordo bianco, così come in bianco sono i polsi delle maniche raglan.

La principale caratteristica grafica della maglia è un fine gessato orizzontale embossato tono su tono. Le cuciture sono rinforzate e sul retro è presente la tasca porta GPS e un inserto tricolore sul fondo. Il backneck è personalizzato con il logo della FIR e la scritta ITALIA. Sul petto a destra, in colore bianco, si trova il Macron Hero e a sinistra, lato cuore, il logo della Federazione Italiana Rugby.

Gli shorts sono bianchi con coulisse bianche, puntali tricolori e inserto tricolore sul retro. I calzettoni sono azzurro Italia con bordo superiore bianco.

La versione Away è bianca con collo a V con bordi blu che ritroviamo anche sulle maniche raglan.

In questa maglia spicca una grafica optical verde e rossa sulle maniche a formare la bandiera italiana. Anche in questo caso, come nella Home, nel corpo anteriore è presente un gessato orizzontale tono su tono. Nel retro la tasca porta GPS e sul fondo l’inserto tricolore. Il backneck è personalizzato con etichetta con logo FIR e la scritta ITALIA. Sul petto, in blu, il Macron Hero e, a sinistra, il logo della Federazione Italiana Rugby.

Gli shorts sono in azzurro Italia con coulisse bianche, puntali tricolori e inserto tricolore sul retro. I calzettoni sono bianchi con bordo superiore azzurro Italia.

Tutte le maglie hanno una vestibilità Body e i tessuti utilizzati sono Bodytex e Poliestere che oltre a leggerezza e traspirabilità, assicurano la massima resistenza.

LA FORMULA E DIVENTA IL PRIMO SPORT IN ASSOLUTO A ZERO EMISSIONI DI CARBONIO

La Formula E è diventata il primo sport a raggiungere un’impronta di carbonio netta pari a zero, avendo compensato le emissioni per le intere sei stagioni di corse elettriche.

L’annuncio è arrivato durante la Climate Week NYC 2020, dove il CEO Jamie Reigle ha firmato la lettera dell’UE 2030 delle Nazioni Unite a sostegno della campagna delle Nazioni Unite “Race to Zero“, che mira a creare un’economia decarbonizzata.

Nel corso dei suoi sei anni, la Formula E ha lavorato per ridurre le emissioni laddove possibile, compresi i trasporti e la logistica, estendendo le opzioni di fine vita delle celle delle batterie e tagliando tutte le plastiche monouso in loco. 

Le emissioni inevitabili, nel frattempo, sono state compensate attraverso investimenti in progetti ONU Gold e Verified Carbon Standard.

The ABB FIA Formula E Championship aims to deliver better futures through racing, and we are committed to playing a leading role in counteracting the effects of climate change. As a sport built on purpose, we remain committed to grow our sustainable practices and hope to inspire others to join us on our journey.

Jamie Reigle – CEO Formula E

FIR E BENETTON RUGBY RINNOVANO PER ALTRI 4 ANNI

La Federazione Italiana Rugby e Benetton Rugby hanno ufficializzato di aver raggiunto l’accordo per il rinnovo quadriennale della licenza di partecipazione della franchigia con sede a Treviso al “Guinness PRO14″.

La franchigia presieduta da Amerino Zatta prenderà parte dunque almeno sino al 30 giugno 2024 al Guinness PRO14 e, in base ai piazzamenti ottenuti in tale competizione, alle Coppe Europee organizzate da European Professional Club Rugby.

Per ogni stagione sportiva, la FIR verserà a Benetton Rugby un contributo economico di 4.800.000 Euro.

Il rinnovo dell’accordo segna sia un nuovo momento dell’avventura celtica di Benetton Rugby, sia un ulteriore passo avanti nello sviluppo del progetto tecnico federale che vedrà i migliori prospetti dell’Accademia Nazionale “Ivan Francescato” assegnati stagione dopo stagione direttamente all’interno delle due franchigie italiane di Guinness PRO14.

Benetton Rugby costituisce da oltre quarant’anni un’eccellenza del rugby italiano ed una realtà consolidata ad alto livello nel panorama continentale. Il Consiglio Federale è felice di aver raggiunto un accordo con il Presidente Zatta per il rinnovo quadriennale della licenza per la partecipazione al Guinness PRO14, che consentirà alla franchigia biancoverde di lavorare con serenità e con le necessarie garanzie economiche per continuare ad innalzare i propri standard, al servizio del rugby italiano. Nell’ultimo quadriennio la nostra collaborazione ha mosso importanti passi avanti, con un’accresciuta unità di intenti e di visione, imprescindibile per il raggiungimento di obiettivi individuali e comuni. Siamo entusiasti di poter continuare a lavorare insieme alla Famiglia Benetton, ad Amerino e ad Antonio Pavanello, proseguendo in un percorso che non potrà non avere positive ripercussioni tanto sulla nostra Nazionale che sulla franchigia e sullo sviluppo dei migliori giovani provenienti dal percorso formativo federale.

Alfredo Gavazzi – Presidente della FIR

Siamo lieti di aver raggiunto l’accordo con FIR per le prossime quattro stagioni sportive ai fini della nostra partecipazione al Guinness PRO14. Tale rinnovo rappresenta un segnale importante, di continuità ma soprattutto di condivisione progettuale e di vedute da cui l’intero movimento rugbistico italiano trarrà considerevole beneficio. Partecipare alle massime competizioni europee consente di fatto di preparare i nostri migliori giocatori italiani, offrendo loro la possibilità di confrontarsi ad un livello di gioco adeguato a quello del rugby internazionale. Questo sia per l’interesse della singola franchigia ma soprattutto perché in tal modo la nostra nazionale potrà disporre di atleti in grado di competere con quelli degli altri paesi. Pertanto Benetton Rugby proseguirà il processo di crescita intrapreso, puntando ad una maggiore affermazione nel panorama internazionale; il tutto con l’intento finale di voler consolidare ed accrescere, sempre di più, la considerazione e l’influenza del rugby italiano nelle dinamiche mondiali.

Amerino Zatta – Presidente di Benetton Rugby

PROLUNGATA LA PARTNERSHIP TRA RANDSTAD E JUVENTUS FINO AL 2022

Randstad e Juventus faranno squadra anche nelle prossime due stagioni per confermare la propria leadership nei rispettivi settori e raggiungere nuovi obiettivi.

Il primo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane ha rinnovato la collaborazione con il Club campione d’Italia, di cui sarà partner ufficiale fino al 2022.

L’accordo prevede la visibilità del marchio Randstad all’Allianz Stadium, che sarà anche la sede di eventi esclusivi, con la presenza di giocatori e Juventus Legends, sui temi e i valori che accomunano lo sport e il mondo del lavoro.

Con questo accordo proseguiamo il nostro cammino insieme, iniziato nel 2014, con la soddisfazione dei successi sportivi e professionali ottenuti e l’obiettivo di raggiungere nuovi ambiziosi traguardi. Randstad e Juventus hanno un ruolo guida nei rispettivi settori e condividono la stessa passione per il proprio lavoro, la stessa ambizione all’eccellenza e lo stesso orientamento all’innovazione e all’allenamento costante per migliorare i risultati. Rinnovare per un altro biennio questa collaborazione è un passo importante per migliorare ulteriormente il nostro lavoro e i nostri servizi e continuare a garantire il “perfect match”, l’incontro perfetto tra le persone alla ricerca del lavoro giusto e le aziende alla ricerca dei migliori talenti.

Marco Ceresa – Amministratore Delegato Randstad Italia

Siamo molto felici di continuare a lavorare insieme a Randstad per le prossime due Stagioni portando a 8 anni la durata complessiva della partnership che ci lega, una delle più longeve per il Club. Attraverso nuovi progetti e la comune, costante ricerca di rinnovate sfide dentro e fuori dal campo i nostri brand si impegnano ad alimentare reciprocamente la leadership nei rispettivi settori.

Giorgio Ricci – Chief Revenue Officer Juventus

“MADE IN BELGIUM”, IL DOCUMENTARIO SU KEVIN DE BRUYNE

Il Manchester City ha svelato una nuova produzione documentaria interna, Made in Belgium, che fa luce sulla carriera del calciatore Kevin de Bruyne.

La produzione CityTV, della durata di 70 minuti, sarà disponibile per la visione sulla piattaforma di contenuti del club, CITY +, ed include un ampio materiale di archivio e interviste esclusive con artisti del calibro di Pep Guardiola, Vincent Kompany, Eden Hazard ed il manager belga Roberto Martinez, nonché amici d’infanzia del giocatore.

Secondo il City, la produzione di contenuti originali è al centro della sua strategia, e “Made in Belgium” segue i recenti documentari sulle carriere di David Silva e Sergio Aguero, nonché la miniserie in tre parti “City Restart“, che ha dato la possibilità ai tifosi di guardare, da dietro le quinte, il ritorno della squadra in campo durante il blocco del coronavirus.