L’OM E UBER EATS LANCIANO L’OPERAZIONE #SUPPORTERSDENOSRESTOS

Dal 20 al 29 novembre, per continuare a supportare i 17.000 ristoranti partner indipendenti, ovvero il 70% dei 25.000 ristoranti partner che utilizzano Uber Eats in Francia, situati in più di 220 città francesi, Uber Eats sta lanciando un’operazione di supporto unica: #SupportersDeNosRestos . 

Grazie al codice promozionale SUPPORTERSDENOSRESTOS , per qualsiasi ordine sull’app Uber Eats , gli utenti potranno scegliere un ristorante, in cui è stato effettuato l’ordine, a cui Uber Eats donerà 10 €. 

Gli utenti di Uber Eats hanno già abbastanza familiarità con la meccanica dei codici promozionali sull’applicazione, quindi Uber Eats ha voluto utilizzarlo qui come un vero strumento di supporto per i ristoranti partner indipendenti grazie agli utenti promossi come ambassador.

In questo contesto di crisi sanitaria ed economica, continuiamo a sostenere e fornire il miglior supporto possibile ai ristoranti indipendenti che utilizzano l’app Uber Eats nelle 220 città francesi in cui siamo presenti. L’operazione #SupportersDeNosRestos è per noi un’azione forte e una continuità delle nostre iniziative con investimenti dedicati a sostenere l’attività di ristoranti e fattorini indipendenti

Bastien Pahus – Direttore Generale Uber Eats France

L’Olympique de Marseille ha intrapreso molteplici azioni di solidarietà per aiutare i più vulnerabili. Consapevole delle difficoltà attualmente incontrate da molti ristoratori, OM è pienamente associata al suo principale partner e si mobiliterà per dare a questa operazione la massima visibilità possibile. 

Il 28 novembre, infatti, #SupportersDeNosRestos sarà visibile anche all’interno del Vélodrome Orange, ed i giocatori indosseranno una nuova maglia per la partita contro l’FC Nantes.Il logo #SupportersDeNosRestos sarà visibile sul davanti della maglia dell’Olympique de Marseille, sostituendo il tradizionale logo Uber Eats e dando massima visibilità a questa operazione di solidarietà.

In questi tempi critici per molti francesi, i ristoratori sono particolarmente colpiti. Sosteniamo pienamente l’iniziativa del nostro principale partner UberEats e mobiliteremo la comunità OM in modo che il maggior numero possibile di ristoranti di Marsiglia possa beneficiare di questa assistenza

Grégoire Kopp – Olympique de Marseille

CAZOO DIVENTA PARTNER PRINCIPALE DELLA RLWC2021

Il rivenditore di auto online Cazoo è stato presentato come partner principale della Rugby League World Cup 2021, in quella che l’organizzazione afferma essere la più grande sponsorizzazione che abbia mai concordato.

La Coppa del Mondo di Rugby League, che si svolgerà in tutto il Regno Unito il prossimo anno, collaborerà con Cazoo per portare il marchio a 14 milioni di follower in tutto il paese.

Nessuna cifra finanziaria è stata rilasciata ma RLWC2021 afferma che si tratta di un accordo a sette cifre.

Rugby League World Cup 2021 is about being bold and brave and setting firsts for the tournament. This is the largest sponsorship deal in Rugby League World Cup history and we are grateful for the trust Cazoo have shown in the tournament. RLWC2021 and Cazoo share many of the same principles and values, both have a clear ethical purpose, and we will work together to continue to be trailblazing and positively disruptive over the next 12 months

Jonathan Neill – RLWC2021 Commercial Director

We are delighted to sponsor the Rugby League World Cup 2021, one of the biggest sporting events taking place in England next year. This partnership will continue to drive our brand awareness as we make Cazoo a household name. We’re excited to engage with the loyal Rugby League fan base and provide them with the UK’s best possible car buying experience

Alex Chesterman OBE – Founder & CEO of Cazoo

Sarà la prima RLWC2021 in cui le competizioni maschili, femminili e in carrozzina saranno organizzate insieme in 21 sedi in tutta l’Inghilterra, con tutte le 61 partite trasmesse in diretta dalla BBC nel Regno Unito.

MARCUS RASHFORD E MACMILLAN CHILDREN’S BOOKS LANCIANO UN NUOVO CLUB DEL LIBRO

Marcus Rashford ha collaborato con Macmillan Children’s Books (MCB) per lanciare un nuovo club del libro e promuovere l’alfabetizzazione tra i bambini.

Il nuovo progetto porrà un’attenzione particolare sulla fornitura di libri a bambini vulnerabili o provenienti da contesti meno fortunati.

Il Marcus Rashford Book Club sarà lanciato nel 2021. Un accordo per i diritti su una serie di libri è stato negoziato tra MCB e l’agenzia di Rashford Roc Nation

La star del Manchester United e dell’Inghilterra, che negli ultimi mesi ha condotto una campagna incessante per i bambini svantaggiati, ha detto che avrebbe voluto che gli fosse stata data l’opportunità di leggere di più da bambino, ma che la sua famiglia era stata costretta a dare la priorità al cibo sui libri.

I only started reading at 17, and it completely changed my outlook and mentality. I just wish I was offered the opportunity to really engage with reading more as a child, but books were never a thing we could budget for as a family when we needed to put food on the table. There were times where the escapism of reading could have really helped me. I want this escapism for all children. Not just those that can afford it. We know there are over 380,000* children across the UK today that have never owned a book, children that are in vulnerable environments. That has to change. My books are, and always will be, for every child, even if I have to deliver them myself. We will reach them. Acceptance and acknowledgement is a really key focus of the project. Let our children read that they are not alone and enable them to dream. Equip them for obstacles and adversities they might face. Allow them to relate to characters by making sure people of all race, religion and gender are depicted correctly and representative of modern society. No matter where you grow up, talent should be recognised and championed. Under the Marcus Rashford Book Club young writers, illustrators and creatives will be seen and they will be offered a platform to shine. The team at Macmillan Children’s Books very much share my vision and ambition, and I am really excited to be on this journey with them. It was really important to me that I always had a seat at the table for input and collaboration and that is exactly what Macmillan has offered me. There is a real family feel to this partnership and I’m really looking forward to seeing the difference we can make together.

Marcus Rashford

La partnership vedrà pubblicati nuovi titoli, a partire da “YOU ARE A CHAMPION: Unlock Your Potential, Find Your Voice and Be The BEST You Can Be“, che sarà pubblicato a maggio 2021.

Rivolto ai giovani di età compresa tra 11 e 16 anni, il libro vedrà l’inizio di ogni capitolo con una storia della vita di Rashford e tratterà argomenti come il valore dell’istruzione, la mentalità positiva e modelli di ruolo femminili.

Sarà co-creato dallo scrittore di The Athletic Carl Anka e dalla psicologa della performance Katie Warriner, mentre due titoli di fiction per lettori dai sette anni in su saranno pubblicati nel 2021 e nel 2022.

LE STELLE DEL CALCIO LANCIANO LA CAMPAGNA “POKEMON FUTSAL” IN COLLABORAZIONE CON LA FA

The Pokémon Company International e la FA hanno lanciato la seconda stagione di Pokémon Futsal, che offre opportunità ai giovani calciatori di sviluppare le loro abilità.

La due compagnie hanno collaborato con i calciatori Raheem Sterling e Tammy Abraham, così come le ex star inglesi Joe Cole e Rachel Yankey e lo YouTuber Tekkerz Kid per il lancio dell’iniziativa, utilizzando i palloni da futsal in edizione limitata Pokémon.

Il video di lancio include un’apparizione speciale del Senior Men’s Manager inglese Gareth Southgate e dà vita all’ultima stagione di Pokémon Futsal, incoraggiando i giovani giocatori ad “allenarsi come un maestro” e continuare ad apprendere ed evolvere le loro abilità di Futsal, qualunque sia il loro livello.

L’ATP SI ATTIVA PER RACCOGLIERE FONDI PER LA RICERCA SUL CANCRO NEL REGNO UNITO

L’ATP ha lanciato una nuova iniziativa di estrazione a premi per raccogliere fondi per la ricerca sul cancro nel Regno Unito, il partner ufficiale di beneficenza delle Nitto ATP Finals.

In collaborazione con i giocatori dell’ATP, l’iniziativa offre ai fan la possibilità di vincere cimeli autografati, così come altri premi come un’esperienza Nitto ATP Finals a Torino nel 2021, o una masterclass privata con John Isner.

L’iniziativa offrirà anche un pacchetto London Memento. L’edizione 2020 dell’evento sarà l’ultima messa in scena nella capitale prima di trasferirsi a Torino nel 2021. Il pacchetto includerà una rete ufficiale ATP Tour utilizzata al Centre Court dell’O2, una moneta firmata utilizzata per il lancio della moneta in uno dei le partite e un videomessaggio personalizzato del campione di quest’anno, che sarà incoronato a porte chiuse a novembre.

Gli eventi di quest’anno hanno dimostrato quanto sia importante radunarsi insieme. La ricerca sul cancro nel Regno Unito, come molti enti di beneficenza, ha subito la sua raccolta di fondi fortemente influenzata dalla pandemia. Sono entusiasta di poter supportare il nostro partner di beneficenza nel continuare il loro lavoro vitale, sfruttando la nostra piattaforma, l’evento vetrina e le più grandi star in modo creativo.

Massimo Calvelli – CEO di ATP

Siamo entusiasti che l’ATP organizzerà un’estrazione a premi in aiuto del Cancer Research UK (CRUK). Il 2020 è stato un anno particolarmente difficile per CRUK data la pandemia, quindi è più importante che mai lavorare con i nostri partner, come ATP, per assicurarci di raccogliere fondi vitali per il nostro lavoro salvavita.

Eve Mitchell – Head of Partnerships Cancer Research UK

Ogni ingresso costerà ai fan £ 10, con tutti i proventi destinati al sostegno dell’ente di beneficenza.

LA PREMIER LEAGUE ARRUOLA I GIOCATORI PER LA NUOVA INIZIATIVA “NO ROOM FOR RACISM”

La Premier League ha lanciato una nuova fase della sua iniziativa “No Room For Racism“, arruolando una schiera di stelle della divisione per invitare i tifosi a “sfidarla, segnalarla, cambiarla”.

La campagna di cambiamento comportamentale invita i fan a denunciare il razzismo ovunque si verifichi, con giocatori come Tyrone Mings dell’Aston Villa, César Azpilicueta del Chelsea e Conor Coady dei Wolves che si occupano di un nuovo film per l’iniziativa.

La Lega sta anche lanciando una nuova serie di risorse educative con artisti del calibro di Dominic Calvert-Lewin dell’Everton, Neal Maupay del Brighton e Demi Stokes del Manchester City, in cui i giocatori parlano delle proprie esperienze di discriminazione, dell’impatto che hanno avuto su di loro e sui loro compagni di squadra e come tutti noi abbiamo la responsabilità di affrontare il razzismo. 

La Premier League afferma che i suoi materiali didattici gratuiti sono progettati per aiutare a stimolare la discussione nelle classi e saranno disponibili per oltre 18.000 scuole primarie in Inghilterra e Galles attraverso le Primary Stars della Premier League. Le risorse saranno rese disponibili anche tramite i programmi Kicks and Inspires della Premier League.

No Room For Racism represents the long-standing commitment of the Premier League and our clubs to tackle discrimination. This is not just about challenging and reporting abuse this weekend or next weekend, but throughout this season, next season and beyond. We will not stand still on this important issue and we will continue to work with our clubs, players and partners to address all discriminatory behaviour with tangible long-term action and strong messaging to fans. Much is being done to promote inclusion and equality in English football but we recognise there is much more to do.

Richard Masters – Premier League Chief Executive

Il messaggio No Room For Racism sarà visibile in tutte le partite della Premier League tra il 17 e il 26 ottobre, promuovendo le iniziative della Lega e dei club per combattere la discriminazione e promuovere l’uguaglianza, la diversità e l’inclusione nel calcio.  

KICK IT OUT LANCIA UNA NUOVA CAMPAGNA CONTRO L’ODIO

Kick It Out ha lanciato una nuova campagna “Digital First“, Take A Stand, volta a incoraggiare le persone di tutto il mondo per impegnarsi a combattere la discriminazione.

La campagna vedrà l’organizzazione collaborare con Facebook e la FA nel tentativo di affrontare il razzismo nel gioco. Kick It Out afferma che la campagna darà ai fan la fiducia e gli strumenti per affrontare la discriminazione.

Come parte della campagna, Facebook lancerà un nuovo servizio di Messenger automatizzato per i fan quando torneranno negli stadi. La piattaforma consentirà alle persone di segnalare abusi e discriminazioni direttamente a Kick It Out nei giorni delle partite. 

Il social network lancerà anche un nuovo programma educativo rivolto direttamente ai fan, pilotando il suo nuovo modulo di formazione con un’organizzazione benefica anti-odio, HOPE not Hate. Verrà lanciato inizialmente con le squadre nazionali dell’Inghilterra, così come i club EFL Derby County e Portsmouth, e sarà esteso ulteriormente nel 2021.

Facebook afferma che lancerà anche risorse educative attraverso un servizio di messaggistica WhatsApp. I tifosi possono registrarsi per ricevere informazioni sulle iniziative in corso nel calcio, nonché sui modi per segnalare gli abusi.

Twitter si è anche impegnata a prendere parte alla campagna Take A Stand, supportandola con campagne e iniziative educative per combattere l’odio online. La rete organizzerà anche sessioni di formazione con le squadre di calcio e le autorità di polizia ed afferma che rimuovràe in modo proattivo i tweet che incitano all’odio.

Our Take A Stand campaign aims to tackle discrimination, but also create a culture where everyone belongs and individuals take personal responsibility for being part of the change. We can all do something to take a stand against hate and promote a more inclusive society. Our ambition is to turn bystanders into activists and to crowdsource solutions by capturing pledges of individual action. We want to use those pledges that we receive from the public and organisations, to turn them into insight and make anti-discrimination strategies better informed by understanding more about what people are doing on the ground. We know that social media can be a battleground of hate, which is why we’re working closely with Facebook and Twitter to improve that through looking at better regulation and enforcement, as well as updated and new reporting methods.

Sanjay Bhandari – Chair Kick It Out

Facebook and Instagram are where fans come to connect directly with their favourite players, teams and other fans and we want that to do without discrimination or abuse. We can all do something to take a stand against hate and promote a more inclusive society. By equipping fans with the right tools, empowering them with the right education, and raising the level of conversation around discrimination in football, we can create an environment in which silence is replaced by action and play our part in supporting the goals of Kick it Out.

Steve Hatch – VP Northern Europe Facebook

We are committed to delivering a game that is free from discrimination and it is important that everybody plays their part in helping to achieve that. Take A Stand will give fans and others involved in the game the impetus to support us on this journey and tackle this issue head-on. We know that discrimination exists in society and often manifests itself through football, and only by working together across the game to drive meaningful change through action, can we truly ensure the game is a safe and enjoyable environment for all.

Edleen John – The FA’s International, Corporate Affairs and Co-Partner for Equality, Diversity and Inclusion Director

La campagna ha ricevuto anche impegni di sostegno da altre aree del panorama sportivo, con Sky Sport che ha annunciato il proprio sostegno alla campagna. L’emittente ha recentemente lanciato una propria serie di misure per combattere l’odio online.

ADIDAS LANCIA L’INIZIATIVA “FOOTBALL COLLECTIVE”

Adidas ha annunciato il lancio di “Football Collective“, un nuovo movimento comunitario di persone e club, a partire da Londra, Parigi, Berlino, New York, Los Angeles e Tokyo.

Secondo il brand, la nuova iniziativa cerca di unire le comunità nella convinzione che attraverso il calcio si possa creare un cambiamento positivo e collaborerà con i “pionieri locali” per aiutare a sviluppare iniziative specifiche per ogni città come parte del movimento. 

Adidas porterà iniziative della comunità locale, che sono già state istituite con il badge Adidas Football Collective, e tenterà di identificare persone, organizzazioni e club partner nelle città di tutto il mondo, nel tentativo di collaborare a “progetti iper-locali”.

At Adidas we believe in the power sport has to change lives. During the challenges of 2020, we saw more than ever, football become an essential lifeline in keeping our communities connected. The essence of adidas Football Collective is simple, make the sport we love accessible to everyone who wants to play. For us, the adidas Football Collective is our commitment to supporting the teams, initiatives and projects that are using our sport to make positive change. It is our mark of respect and gratitude for the resilience and creativity of this community now, and in the future.

Nick Craggs – Global Football General Manager Adidas

Il nuovo movimento è stato lanciato con un cortometraggio che fa luce su alcuni dei “pionieri” del brand che sono in prima linea nel cambiamento nelle loro comunità, tra cui Hamed Karamoko di RDR Switch, una squadra di calcio di strada del nord di Parigi, e Fati Rouina di Cacahuete Sluts a Parigi, un’altra squadra creata per promuovere la diversità e l’inclusione così come il gioco delle donne. 

L’iniziativa punterà anche i riflettori su coloro che hanno beneficiato delle iniziative Adidas, come i campi locali di Broadwater Farm e Vauxhall Pleasure Gardens a Londra. 

Anche l’allenatore del Liverpool, Jurgen Klopp, ha prestato il suo sostegno alla campagna e recita nel video di lancio di Adidas.

Now more than ever, there is a need for our community to utilise the power of the game to help drive positive change within football and as a tool outside of it. I’m proud to be part of the adidas Football Collective, and although of course, it’s not the answer, I hope together we can help clear the way for the next generation of player, whoever they are, wish to be or where they come from.

Jurgen Klopp

TOUGH MUDDER E MARVEL COLLABORANO PER UN’INIZIATIVA DI FITNESS DIGITALE

Tough Mudder e Marvel hanno annunciato una nuova partnership che vedrà la coppia lanciare una nuova “avventura di fitness” digitale.

Il brand di fitness lancerà la “Tough Mudder Challenge: Marvel Edition“, un nuovo evento digitale di 21 giorni in cui i partecipanti approfondiranno l’universo Marvel e rilasceranno i loro “super poteri interiori” con sfide ispirate agli Avengers, agli X-Men e ai Fantastici Quattro.

Partendo ad ottobre, come parte della serie Tough Mudder Challenge, i partecipanti completeranno una serie di sfide fisiche, mentali e basate sulle abilità nel corso di 21 giorni, monitorando i loro progressi in una nuova piattaforma digitale.

The Marvel and Tough Mudder communities are a natural fit. Both brands give people of all abilities an outlet to escape the ordinary and get motivated and inspired to overcome challenges they didn’t think they were capable of.

Kyle McLaughlin – Global CEO Tough Mudder

When Marvel’s heroes are pushed to their limits, they find their inner strength and work together to accomplish the seemingly impossible. Just like Earth’s Mightiest Heroes, the Tough Mudder community brings out those very same qualities. We hope everyone will be up for the challenge with this latest Marvel Edition.

Dan Buckley – President, Marvel Entertainment

I partecipanti potranno guadagnare equipaggiamento finale unico Marvel / Tough Mudder co-branded ed una moneta della sfida commemorativa, parte di un set completo di sei monete che i partecipanti potranno guadagnare per aver completato le sfide Tough Mudder da luglio a Dicembre. 

PEPSICO DIVENTA SPONSOR UFFICIALE DELLA RYDER CUP

PepsiCo ha firmato un nuovo accordo pluriennale con la Ryder Cup Europe in un accordo che vedrà il marchio espandere la sua portata nel golf fino alla Ryder Cup.

L’accordo vedrà PepsiCo come fornitore mondiale della competizione fino al 2025, e diventerà la bevanda analcolica ufficiale, il tè freddo ufficiale e la bevanda sportiva ufficiale del torneo, servendo Pepsi, Gatorade e Lipton Iced Teas. 

In un accordo separato, la società ha esteso la sua partnership di lunga data con la PGA of America, attiva dal 1993.

Il marchio Aquafina dell’azienda diventerà l’acqua in bottiglia ufficiale della Ryder Cup negli Stati Uniti e vedrà le opzioni a basso contenuto calorico e senza zucchero del marchio estese alla Ryder Cup.

PepsiCo è già fornitore ufficiale di bevande analcoliche, tè freddo ufficiale e bevande sportive ufficiali del PGA of America, del PGA Championship, del KPMG Women’s PGA Championship e del KitchenAid Senior PGA Championship.

We’re thrilled to deepen our relationship with the PGA of America and Ryder Cup. PepsiCo is proud to bring our brands to the course and support the game of golf on the world’s stage. We look forward to our partnership with both organizations to drive innovation and sustainability initiatives to the green in the years to come.

Anne Fink – President of PepsiCo Global Foodservice

The Ryder Cup is recognised as one of the world’s truly great sporting events and, as a result, we look forward to welcoming PepsiCo and its globally recognised portfolio of brands into our commercial family.

Guy Kinnings – European Ryder Cup Director

Secondo alcune indiscrezioni, la PGA of America, la Ryder Cup Europe e la PepsiCo lavoreranno insieme per guidare l’innovazione e le iniziative di sostenibilità da nuove opzioni di idratazione, compresa l’introduzione di Aquafina in lattina.