MANCHESTER UNITED E FARESHARE DISTRIBUIRANNO 80.000 PASTI

Il Manchester United e FareShare Greater Manchester uniscono le forze per fornire 80.000 pasti alle famiglie delle comunità locali nell’ambito dell’appello natalizio di “Babbo Natale Red Helpers” della Fondazione Manchester United.

FareShare GM ha finora donato 33 tonnellate di cibo alla campagna, che saranno poi trasformati in 80.000 pasti dagli chef del club e consegnati alle famiglie delle scuole partner della Manchester United Foundation, banche alimentari e altri enti di beneficenza esterni durante il periodo di Natale.

Una volta ricevuto allo stadio, il cibo sarà preparato, confezionato e distribuito dagli chef e dallo staff del Manchester United.

2020 has been a really challenging year for so many across the country. The issue of food poverty has been significant, worsened by the COVID-19 crisis and aggravated further during the holidays when many children cannot get access to free school meals. Many have rallied to this particular cause and we are proud to be able to play our part. We’ve scaled up our partnership with the Foundation and with FareShare GM, bringing our resources together, to produce 80,000 meals over the festive period. We thank all the fans and staff who have contributed to this important project

Collette Roche – Chief Operating Officer Manchester United

We feel that this is what we’ve got to do; this is our mission. We’ve been working here for over ten years on food poverty issues, but this year in particular we are very proud to step up to the challenge of lockdown and everything that has happened since. It’s really important that we’re working with the Foundation because of the relationships they have with local schools. When the meals reach the families and the boxes are opened with all the extra goodies those families and those kids will feel like somebody out there really cares about them and wants them to have a great Christmas despite everything that has happened this year

Miranda Kaunang – Head of Development FareShare GM

Insieme al sostegno finanziario dei giocatori e dello staff del Manchester United – incluso un impegno di £ 250.000 da parte dei giocatori – l’appello incoraggia i fan a donare, ove possibile, per fornire regali di Natale e pacchi di cibo ai più bisognosi.

L’OM E UBER EATS LANCIANO L’OPERAZIONE #SUPPORTERSDENOSRESTOS

Dal 20 al 29 novembre, per continuare a supportare i 17.000 ristoranti partner indipendenti, ovvero il 70% dei 25.000 ristoranti partner che utilizzano Uber Eats in Francia, situati in più di 220 città francesi, Uber Eats sta lanciando un’operazione di supporto unica: #SupportersDeNosRestos . 

Grazie al codice promozionale SUPPORTERSDENOSRESTOS , per qualsiasi ordine sull’app Uber Eats , gli utenti potranno scegliere un ristorante, in cui è stato effettuato l’ordine, a cui Uber Eats donerà 10 €. 

Gli utenti di Uber Eats hanno già abbastanza familiarità con la meccanica dei codici promozionali sull’applicazione, quindi Uber Eats ha voluto utilizzarlo qui come un vero strumento di supporto per i ristoranti partner indipendenti grazie agli utenti promossi come ambassador.

In questo contesto di crisi sanitaria ed economica, continuiamo a sostenere e fornire il miglior supporto possibile ai ristoranti indipendenti che utilizzano l’app Uber Eats nelle 220 città francesi in cui siamo presenti. L’operazione #SupportersDeNosRestos è per noi un’azione forte e una continuità delle nostre iniziative con investimenti dedicati a sostenere l’attività di ristoranti e fattorini indipendenti

Bastien Pahus – Direttore Generale Uber Eats France

L’Olympique de Marseille ha intrapreso molteplici azioni di solidarietà per aiutare i più vulnerabili. Consapevole delle difficoltà attualmente incontrate da molti ristoratori, OM è pienamente associata al suo principale partner e si mobiliterà per dare a questa operazione la massima visibilità possibile. 

Il 28 novembre, infatti, #SupportersDeNosRestos sarà visibile anche all’interno del Vélodrome Orange, ed i giocatori indosseranno una nuova maglia per la partita contro l’FC Nantes.Il logo #SupportersDeNosRestos sarà visibile sul davanti della maglia dell’Olympique de Marseille, sostituendo il tradizionale logo Uber Eats e dando massima visibilità a questa operazione di solidarietà.

In questi tempi critici per molti francesi, i ristoratori sono particolarmente colpiti. Sosteniamo pienamente l’iniziativa del nostro principale partner UberEats e mobiliteremo la comunità OM in modo che il maggior numero possibile di ristoranti di Marsiglia possa beneficiare di questa assistenza

Grégoire Kopp – Olympique de Marseille

MARCUS RASHFORD E MACMILLAN CHILDREN’S BOOKS LANCIANO UN NUOVO CLUB DEL LIBRO

Marcus Rashford ha collaborato con Macmillan Children’s Books (MCB) per lanciare un nuovo club del libro e promuovere l’alfabetizzazione tra i bambini.

Il nuovo progetto porrà un’attenzione particolare sulla fornitura di libri a bambini vulnerabili o provenienti da contesti meno fortunati.

Il Marcus Rashford Book Club sarà lanciato nel 2021. Un accordo per i diritti su una serie di libri è stato negoziato tra MCB e l’agenzia di Rashford Roc Nation

La star del Manchester United e dell’Inghilterra, che negli ultimi mesi ha condotto una campagna incessante per i bambini svantaggiati, ha detto che avrebbe voluto che gli fosse stata data l’opportunità di leggere di più da bambino, ma che la sua famiglia era stata costretta a dare la priorità al cibo sui libri.

I only started reading at 17, and it completely changed my outlook and mentality. I just wish I was offered the opportunity to really engage with reading more as a child, but books were never a thing we could budget for as a family when we needed to put food on the table. There were times where the escapism of reading could have really helped me. I want this escapism for all children. Not just those that can afford it. We know there are over 380,000* children across the UK today that have never owned a book, children that are in vulnerable environments. That has to change. My books are, and always will be, for every child, even if I have to deliver them myself. We will reach them. Acceptance and acknowledgement is a really key focus of the project. Let our children read that they are not alone and enable them to dream. Equip them for obstacles and adversities they might face. Allow them to relate to characters by making sure people of all race, religion and gender are depicted correctly and representative of modern society. No matter where you grow up, talent should be recognised and championed. Under the Marcus Rashford Book Club young writers, illustrators and creatives will be seen and they will be offered a platform to shine. The team at Macmillan Children’s Books very much share my vision and ambition, and I am really excited to be on this journey with them. It was really important to me that I always had a seat at the table for input and collaboration and that is exactly what Macmillan has offered me. There is a real family feel to this partnership and I’m really looking forward to seeing the difference we can make together.

Marcus Rashford

La partnership vedrà pubblicati nuovi titoli, a partire da “YOU ARE A CHAMPION: Unlock Your Potential, Find Your Voice and Be The BEST You Can Be“, che sarà pubblicato a maggio 2021.

Rivolto ai giovani di età compresa tra 11 e 16 anni, il libro vedrà l’inizio di ogni capitolo con una storia della vita di Rashford e tratterà argomenti come il valore dell’istruzione, la mentalità positiva e modelli di ruolo femminili.

Sarà co-creato dallo scrittore di The Athletic Carl Anka e dalla psicologa della performance Katie Warriner, mentre due titoli di fiction per lettori dai sette anni in su saranno pubblicati nel 2021 e nel 2022.

PER OGNI GOL SEGNATO LA JUVENTUS PIANTERÀ 200 ALBERI

Gooolll!!!”. Ha segnato la Juve e l’urlo di gioia accompagna gli abbracci dei giocatori. Fino a ieri questo era il coronamento della fatica, dei sacrifici, del lavoro di ogni giorno. Ora, ogni gol della Juve sarà molto, molto di più.

Non solo il fine ultimo dell’azione, ma anche il modo, attraverso il quale club assume un nuovo impegno a favore dell’ambiente, per rendere il mondo un posto migliore.

Un’ affermazione ambiziosa per un progetto altrettanto ambizioso e prezioso, cui Juventus e One Tree Planted danno il calcio d’inizio: un gol segnato dai bianconeri rappresenterà infatti ben 200 nuovi alberi piantati da parte della società, generando un impatto positivo per il nostro pianeta.

Ad oggi sono già stati piantati centinaia di nuovi alberi, ma ogni contributo è importante ed essenziale e ogni mese saranno condivisi i risultati ottenuti.

Questo intento infine conferma il contributo di Juventus nella lotta al cambiamento climatico intrapreso questa stagione con l’adesione agli accordi “Sports for Climate Action Framework” e “Climate Neutral Now” delle Nazioni Unite e rappresenta un ulteriore passo nel percorso di sostenibilità intrapreso dalla società per concorrere attivamente al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile.

Fonte: Juventus FC

LE STELLE DEL CALCIO LANCIANO LA CAMPAGNA “POKEMON FUTSAL” IN COLLABORAZIONE CON LA FA

The Pokémon Company International e la FA hanno lanciato la seconda stagione di Pokémon Futsal, che offre opportunità ai giovani calciatori di sviluppare le loro abilità.

La due compagnie hanno collaborato con i calciatori Raheem Sterling e Tammy Abraham, così come le ex star inglesi Joe Cole e Rachel Yankey e lo YouTuber Tekkerz Kid per il lancio dell’iniziativa, utilizzando i palloni da futsal in edizione limitata Pokémon.

Il video di lancio include un’apparizione speciale del Senior Men’s Manager inglese Gareth Southgate e dà vita all’ultima stagione di Pokémon Futsal, incoraggiando i giovani giocatori ad “allenarsi come un maestro” e continuare ad apprendere ed evolvere le loro abilità di Futsal, qualunque sia il loro livello.

AC MILAN E QLASH: UFFICIALIZZATA LA PARTNERSHIP

Il Milan entra per la prima volta nel dinamico mondo degli Esports grazie alla partnership strategica con QLASH, l’azienda globale leader negli Esports che recentemente ha vinto il premio Best Italian Team agli Italian E-sports Awards.

Nasce così la nuova squadra AC MILAN QLASH che parteciperà ai tornei a tema calcistico e non solo, in un settore dove la competizione è cresciuta in modo esponenziale negli ultimi anni grazie al lancio degli omologhi campionati nazionali di Esports.

I colori dell’AC MILAN QLASH saranno rappresentati da Diego “QLASH Crazy” Campagnani che ha vinto la classifica mondiale FIFA20 su Playstation e da Fabio “QLASH Denuzzo” Denuzzo una eccellenza italiana degli Esports che gareggia su Console Xbox. Entrambi parteciperanno al campionato eSerie A TIM 2020/2021 e a tutte le altre competizioni ufficiali FIFA21 (FIFA Global Series e FIFA Club World Cup).

Inoltre, la squadra AC MILAN QLASH parteciperà alle finali mondiali di Brawl Stars che si terranno il 21 e 22 novembre. Brawl Stars è un videogioco per cellulari molto popolare con una media di oltre un milione di utenti attivi al giorno.

Siamo molto felici della nuova partnership tra AC Milan e QLASH. Questo accordo è un altro importante tassello nel percorso di modernizzazione e innovazione del nostro Club. Siamo sicuri che sarà una esperienza entusiasmante e incredibile, sia per noi sia per i nostri tifosi in tutto il mondo, e siamo orgogliosi di intraprendere questo viaggio nel mondo degli Esports insieme ad un partner come QLASH.

Casper Stylsvig – Chief Revenue Officer di AC Milan

Per le aziende tradizionali che hanno il coraggio di adattarsi e abbracciare l’innovazione, gli Esports possono rappresentare un’enorme opportunità di crescita. Siamo entusiasti e orgogliosi che il Milan abbia deciso di scegliere QLASH come partner Esports a livello operativo, di brand e commerciale. AC Milan QLASH è una partnership vera, profonda e fattiva. Insieme offriremo agli sponsor che vogliono investire nel futuro, senza trascurare il presente o le tradizioni, il meglio di entrambi i mondi.

Luca Pagano – co-fondatore e CEO di QLASH

La partnership tra AC Milan e QLASH fa parte della strategia a lungo termine del Club volta ad investire in nuove opportunità per coinvolgere un pubblico più giovane, a consolidare il posizionamento nel settore dell’intrattenimento e a mantenere un focus alto sulle iniziative digitali più all’avanguardia. L’esperienza del settore di QLASH e il lavoro a stretto contatto permetteranno al Milan di avere un approccio sostenibile e commerciale al mondo degli Esports.

Fonte: AC Milan

IL NOVARA CALCIO STRINGE UNA PARTNERSHIP CON CHILIZ

Il Novara Calcio, in partnership con Chiliz (quotato sulla piattaforma Binance: $CHZ), annuncia ufficialmente il lancio dei Fan Tokens sull’app di fan engagement Socios.com, entrando così a far parte del gruppo di club internazionali attivi sulla piattaforma.

Grazie alla creazione del token $NOV, Novara Calcio fa il suo ingresso nel mondo blockchain, insieme a FC Barcelona, Atlético de Madrid, Paris Saint-Germain, Juventus, AS Roma, Galatasaray, Trabzonspor, CA Independiente, Apollon Limassol e le organizzazioni esports Heretics e OG. Professional Fighters League (PFL) ha recentemente annunciato il lancio dei propri Fan Tokens sull’app, facendo seguito allo Young Boys e alla squadra belga STVV.

Possedere i token $NOV significa avere l’opportunità esclusiva di influenzare le decisioni del Club, votando in numerosi sondaggi per ciascuna stagione sportiva sull’app di Socios.com.


“Dove verrà scattata la foto ufficiale della Stagione 2020/2021?”, “Quale brano musicale accoglierà gli Azzurri in campo al Piola?” : queste e molte altre domande saranno poste ciclicamente sulla piattaforma, a cui i tifosi potranno rispondere diventando così veri protagonisti.

Sono molteplici le novità che verranno rese disponibili nei prossimi mesi, tra cui una speciale classifica in cui i tifosi accumuleranno punti in base al proprio coinvolgimento con il club piemontese e numerosi minigiochi, oltre a vantaggi e premi esclusivi per i fan più attivi della community.

La fornitura di $NOV è stata determinata in 1 milione di Fan Tokens e un numero limitato sarà messo a disposizione in una finestra di vendita al prezzo di 2 euro, la data di lancio ufficiale sarà comunicata in seguito. I fan tokens $NOV saranno successivamente disponibili a prezzo di mercato una volta terminata l’offerta a prezzo fisso. (fonte: Novaracalcio.com)

ADIDAS LANCIA UNA GAMMA DI KIT REINVENTATA E PROGETTATA DA PHARRELL

Il gigante dell’abbigliamento sportivo Adidas ha collaborato con Humanrace per lanciare una nuova collezione di maglie in collaborazione con cinque delle migliori squadre di calcio.

Prendendo ispirazione dai momenti significativi della storia dell’Arsenal, del Manchester United, del Bayern Monaco, della Juventus e del Real Madrid, i kit sono stati progettati con il direttore creativo di Humanrace e il collaboratore Adidas Pharrell WIlliams. 

History is what shapes the future, and sometimes in order to look forwards, first we need to look back. The most important part of the process with this collection was to learn of each club’s legacies and how each defining moment of their histories were captured and preserved from a design perspective. Each of the new jerseys are symbols of the five club’s legacies and a true celebration of the universality of sport.

Pharrell WIlliams

Humanrace ha lavorato a stretto contatto con ciascuna delle cinque squadre per riunire i club per la prima volta in quella che Adidas afferma essere una “celebrazione condivisa dello spirito umano”. 

La collezione Adidas Humanrace FC presenterà anche uno stile Predator Mutator HU reinventato, che sarà anche disponibile per l’acquisto come parte della collezione.

LA PREMIER LEAGUE ARRUOLA I GIOCATORI PER LA NUOVA INIZIATIVA “NO ROOM FOR RACISM”

La Premier League ha lanciato una nuova fase della sua iniziativa “No Room For Racism“, arruolando una schiera di stelle della divisione per invitare i tifosi a “sfidarla, segnalarla, cambiarla”.

La campagna di cambiamento comportamentale invita i fan a denunciare il razzismo ovunque si verifichi, con giocatori come Tyrone Mings dell’Aston Villa, César Azpilicueta del Chelsea e Conor Coady dei Wolves che si occupano di un nuovo film per l’iniziativa.

La Lega sta anche lanciando una nuova serie di risorse educative con artisti del calibro di Dominic Calvert-Lewin dell’Everton, Neal Maupay del Brighton e Demi Stokes del Manchester City, in cui i giocatori parlano delle proprie esperienze di discriminazione, dell’impatto che hanno avuto su di loro e sui loro compagni di squadra e come tutti noi abbiamo la responsabilità di affrontare il razzismo. 

La Premier League afferma che i suoi materiali didattici gratuiti sono progettati per aiutare a stimolare la discussione nelle classi e saranno disponibili per oltre 18.000 scuole primarie in Inghilterra e Galles attraverso le Primary Stars della Premier League. Le risorse saranno rese disponibili anche tramite i programmi Kicks and Inspires della Premier League.

No Room For Racism represents the long-standing commitment of the Premier League and our clubs to tackle discrimination. This is not just about challenging and reporting abuse this weekend or next weekend, but throughout this season, next season and beyond. We will not stand still on this important issue and we will continue to work with our clubs, players and partners to address all discriminatory behaviour with tangible long-term action and strong messaging to fans. Much is being done to promote inclusion and equality in English football but we recognise there is much more to do.

Richard Masters – Premier League Chief Executive

Il messaggio No Room For Racism sarà visibile in tutte le partite della Premier League tra il 17 e il 26 ottobre, promuovendo le iniziative della Lega e dei club per combattere la discriminazione e promuovere l’uguaglianza, la diversità e l’inclusione nel calcio.  

KICK IT OUT LANCIA UNA NUOVA CAMPAGNA CONTRO L’ODIO

Kick It Out ha lanciato una nuova campagna “Digital First“, Take A Stand, volta a incoraggiare le persone di tutto il mondo per impegnarsi a combattere la discriminazione.

La campagna vedrà l’organizzazione collaborare con Facebook e la FA nel tentativo di affrontare il razzismo nel gioco. Kick It Out afferma che la campagna darà ai fan la fiducia e gli strumenti per affrontare la discriminazione.

Come parte della campagna, Facebook lancerà un nuovo servizio di Messenger automatizzato per i fan quando torneranno negli stadi. La piattaforma consentirà alle persone di segnalare abusi e discriminazioni direttamente a Kick It Out nei giorni delle partite. 

Il social network lancerà anche un nuovo programma educativo rivolto direttamente ai fan, pilotando il suo nuovo modulo di formazione con un’organizzazione benefica anti-odio, HOPE not Hate. Verrà lanciato inizialmente con le squadre nazionali dell’Inghilterra, così come i club EFL Derby County e Portsmouth, e sarà esteso ulteriormente nel 2021.

Facebook afferma che lancerà anche risorse educative attraverso un servizio di messaggistica WhatsApp. I tifosi possono registrarsi per ricevere informazioni sulle iniziative in corso nel calcio, nonché sui modi per segnalare gli abusi.

Twitter si è anche impegnata a prendere parte alla campagna Take A Stand, supportandola con campagne e iniziative educative per combattere l’odio online. La rete organizzerà anche sessioni di formazione con le squadre di calcio e le autorità di polizia ed afferma che rimuovràe in modo proattivo i tweet che incitano all’odio.

Our Take A Stand campaign aims to tackle discrimination, but also create a culture where everyone belongs and individuals take personal responsibility for being part of the change. We can all do something to take a stand against hate and promote a more inclusive society. Our ambition is to turn bystanders into activists and to crowdsource solutions by capturing pledges of individual action. We want to use those pledges that we receive from the public and organisations, to turn them into insight and make anti-discrimination strategies better informed by understanding more about what people are doing on the ground. We know that social media can be a battleground of hate, which is why we’re working closely with Facebook and Twitter to improve that through looking at better regulation and enforcement, as well as updated and new reporting methods.

Sanjay Bhandari – Chair Kick It Out

Facebook and Instagram are where fans come to connect directly with their favourite players, teams and other fans and we want that to do without discrimination or abuse. We can all do something to take a stand against hate and promote a more inclusive society. By equipping fans with the right tools, empowering them with the right education, and raising the level of conversation around discrimination in football, we can create an environment in which silence is replaced by action and play our part in supporting the goals of Kick it Out.

Steve Hatch – VP Northern Europe Facebook

We are committed to delivering a game that is free from discrimination and it is important that everybody plays their part in helping to achieve that. Take A Stand will give fans and others involved in the game the impetus to support us on this journey and tackle this issue head-on. We know that discrimination exists in society and often manifests itself through football, and only by working together across the game to drive meaningful change through action, can we truly ensure the game is a safe and enjoyable environment for all.

Edleen John – The FA’s International, Corporate Affairs and Co-Partner for Equality, Diversity and Inclusion Director

La campagna ha ricevuto anche impegni di sostegno da altre aree del panorama sportivo, con Sky Sport che ha annunciato il proprio sostegno alla campagna. L’emittente ha recentemente lanciato una propria serie di misure per combattere l’odio online.