NASCE IL CURRY BRAND

Lo scorso lunedì Under Armour, insieme alla stella dell’NBA Stephen Curry, playmaker dei Golden State Warriors, ha lanciato il marchio Curry Brand, una mossa che richiama in tutto e per tutto il lancio del sottomarchio Jordan da parte di Nike nel 1997. 

Formato da abbigliamento e calzature per diversi sport (ad esempio il golf) il marchio prevede già di ampliarsi nel tempo per includere una linea donna, una da corsa e altre categorie. Le calzature per la pallacanestro saranno disponibili già a partire dall’11 dicembre.

Curry, che ha firmato con Under Armour nel 2013, sarà attivamente coinvolto nello sviluppo del prodotto. Questo dà a Stephen qualcosa in cui impegnarsi davvero e siamo entusiasti di vedere uno dei nostri atleti così coinvolto nel prodotto. Non tutti i giovani hanno l’opportunità di fare sport e questo è un problema, che Under Armour e Stephen Curry stanno cercando di risolvere insieme, creando il marchio Curry proprio per fare questo.

Patrik Frisk – CEO Udder Armor

L’obiettivo principale che Under Armour vuole perseguire con il nuovo brand, infatti, è quello di diventare un marchio di performance che garantisca a ogni ragazzo un accesso equo allo sport. L’azienda è da tempo impegnata a dare più possibili opportunità ai giovani atleti che vogliono farsi strada in questo mondo e che punta adesso a cambiare con la creazione del Curry Brand. Un compito arduo, dato che solo il 22% dei ragazzi che crescono in famiglie a basso reddito partecipano a sport giovanili e che, nel concreto, si tradurrà nel fornire valide opportunità a 100.000 giovani entro il 2025.

Il talento è ovunque, ma le opportunità non lo sono. Il nostro lavoro insieme è stato dedicato a creare un campo di gioco più equo, che colmi il divario tra queste due aree. Ora attraverso il marchio Curry, con il lavoro di Ayesha e della mia fondazione Eat. Learn. Play, ho un piano a lungo termine per continuare ad abbattere le barriere allo sport che spesso ostacolano e limitano il potenziale di un bambino. Curry Brand si concentrerà su partnership che forniscano opportunità per gli sport giovanili in comunità con scarse risorse, fornendo abbigliamento e attrezzature e creando luoghi sicuri per giocare

Stephen Curry

Questa missione per il marchio Curry è già cominciata dato che, oltre a impegnarsi in Oakland per portare la gioia del basket in ogni scuola media, sta collaborando con l’organizzazione Positive Coaching Alliance per fornire uno sviluppo professionale a ogni allenatore sportivo giovanile nell’Oakland Unified School District e nell’Oakland Parks, Recreation & Youth Development.

NBA – ACCORDO CON MICROSOFT PER PORTARE VIRTUALMENTE I FAN A BORDO CAMPO

La National Basketball Association ha svelato una serie di iniziative per la ripresa della stagione 2019-20 a Orlando, in Florida, progettate per migliorare l’esperienza dei fan che guarderanno le partite da casa.

In particolare, l’NBA sta sfruttando nuove partnership con Microsoft e Michelob Ultra per consentire a più di 300 tifosi di apparire sui led che circondano il campo.

Utilizzando la nuova modalità “Together” di Microsoft Teams, i partecipanti si sentiranno come se fossero seduti uno accanto all’altro. Nel frattempo, i giocatori saranno in grado di vedere e ascoltare le loro reazioni in tempo reale.

La modalità “Together” cercherà di creare un’esperienza virtuale unica riunendo i fan in uno spazio visivo condiviso.

È un’iniziativa simile a quella che verrà utilizzata da Fox Sports per trasmettere le partite di baseball della Major League, anche se la rete utilizzerà fan virtuali piuttosto che veri fan.

I partner televisivi della NBA ESPN e Turner Sports riposizioneranno oltre 30 telecamere più vicine al campo e mostreranno angoli di ripresa mai visti prima. I microfoni cattureranno ogni singolo suono, dal cigolio delle scarpe ai rimbalzi della palla.

DJ e presentatori saranno presenti sul posto per aiutare a replicare i suoni e le esperienze a cui le squadre sono abituate nell’arena.

Inoltre, i fan saranno in grado di tifare virtualmente per il loro team attraverso l’app NBA e NBA.com e su Twitter utilizzando gli hashtag della propria squadra durante le partite. 

Questo tifo virtuale sarà presente sui led con grafica ed animazione che cattureranno il livello di coinvolgimento dei fan in tutto il mondo. Inoltre, i tifosi potranno anche vedere i loro video in primo piano attraverso le Sfide TikTok.

Ma non è finita qui. Gli appassionati di basket avranno anche accesso a feed alternativi con nuovi angoli di ripresa, grafica migliorata ed opzioni di gioco con Pick’Em: Trivia NBA dal vivo per ogni partita.

Working with our broadcast and technology partners, we are excited to unveil a series of enhancements that will bring fans closer to the game and allow them to personalize their viewing experience. Our goal is to create an enjoyable and immersive experience where fans can engage with each other and maintain a sense of community as we restart the season under these unique and challenging circumstances.

Sara Zuckert – NBA’s head of next gen telecast